Un viaggio in Thailandia con i figli

Un viaggio in Thailandia con i figli

Siete scioccati dall’idea di fare delle vacanze in famiglia con dei bambini piccoli? Avete timore che spostarsi per un viaggio lungo, come arrivare fino in Thailandia per visitare una delle terre più belle del mondo, sia un cosa “impossibile”? Beh, dovete ripensarci perché il paese asiatico offre davvero tanto anche per i più piccoli, basta solo un po’ di organizzazione… e seguire questi consigli.

La più grande preoccupazione di chi affronta per la prima volta un viaggio di questa lunghezza con un pargolo è cosa mettere in valigia. Alla fine, viaggiare il più leggeri possibile è un elemento essenziale, perché permette di potersi prendere cura meglio e più velocemente del bambino. Questo a patto di non dimenticare gli oggetti importanti, come:

  • un sarong, che potete acquistare in loco, sia per uomini che per donne. Dimenticate gli ingombranti teli da mare, questo abito di seta o cotone può essere usato da gonna, abito, per ripararsi dal sole in spiaggia e anche come telo.
  • biberon e compresse sterili, meglio portarsi queste cose da casa, la vita sarà più facile.
  • zanzariera, è importante usare una rete da inserire nella culla o sul passeggino per evitare che il bimbo venga preso di mira dalle zanzare.
  • i passeggini, importantissimi per portare il bimbo in giro per più tempo. Anche se è abbastanza grande, i passeggini sono una cosa fondamentale, altrimenti si rischia che il bimbo si stanchi e cominci a fare i capricci
  • i suoi giocattoli preferiti, in maniera da intrattenerlo quando è più stanco
  • kit di pronto soccorso, come bende, cerotti, aspirine, disinfettante, repellente per insetti e termometri. Meglio andare sul sicuro da questo punto di vista.

A questo punto siete pronti per il vostro viaggio thailandese e, soprattutto, per divertirvi.